STRETTA SULLA SVAPATA - Nero Italia

visioni reali di un italiano

Title
Vai ai contenuti
28 dicembre 2017
SI TASSA ANCHE IL VAPORE
Sigarette elettroniche, ora si può tassare anche il vapore.


E anche i liquidi delle sigarette elettroniche passano sotto il controllo del Monopolio di Stato, così come se fosse tabacco. Anche se si tratta di vapore la legge ora dice che lo si può tassare.

In gioco ci sono molti quattrini non incassati dalle multinazionali del tabacco e dallo Stato, poco importa a quest'ultimo che con lo svapo della sigaretta elettronica la salute dei cittadini possa trarne benefici così come l'apparato sanitario nazionale, piuttosto interessa la mole di circa 300 milioni di introiti annui.
Sono circa 1 milione e mezzo le persone che si son date alla svapata, tra pentiti tabagisti e nuovi amanti della e-cig e il mercato è in costante crescita.

La manovra di Governo ha approvato che dal 2018 le ricariche per le e-cig potranno essere acquistate e vendute solo nelle tabaccherie e nei punti vendita autorizzati dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli, mentre sul web si potrà continuare ad acquistare solo i dispositivi per inalare. Inoltre sanzioni pesantissime per chi non rispetterà il dettato legislativo con multe che potyranno arrivare fino a 40.000 euro.

Se non bastasse la tassa sui liquidi da inalazione è fissata in circa 5 euro per ogni 10 ml di ricarica, così ha sentenziato la Corte Costituzionale, respingendo un ricorso presentato al Tar del Lazio. Cinque euro a ricarica sono 4 volte il valore reale del contenuto del flacone.

Addio dunque all'acquisto online dei liquidi per lo svapo, questo è l'obiettivo dello Stato.

Hosting - Aruba s.p.a. , località Palazzetto 4, 52011 Bibbiena Stazione (AR)
Torna ai contenuti